correnti vaganti
Argomenti Tecnici

Correnti Vaganti Vs Correnti Galvaniche. Ecco le Differenze!

Molto spesso
le correnti vaganti e quelle galvaniche vengono confuse tra loro. Le differenze
però sono tantissime a partire dal fatto che le prime sono maggiormente dannose
rispetto a quelle galvaniche. Ma entriamo più nel dettaglio..


Le correnti galvaniche. Quali danni
provocano?

Come si creano queste correnti? Quelle galvaniche vengono determinate dalla sola presenza di due metalli connessi tra loro all’interno di un elettrolita. Solitamente, questo fenomeno produce piccole quantità di energia che non sono in grado di provocare danni importanti, tranne che nel lungo periodo. Le correnti galvaniche sono, quindi, considerate correnti elettriche di intensità debole. Ma dove si manifestano le corrosioni derivanti da questo tipo di correnti? Queste si manifestano nelle zone di contatto dei metalli, dove avviene, quindi, la giunzione diretta (es. saldature, bullonature, brasature, ecc..).

Le correnti vaganti. Cosa sono?

Le correnti vaganti (dette anche “parassite” o “disperse”), invece, hanno origine quando la corrente di ritorno alle batterie non passa attraverso i canali primari (es. il cavo che arriva al negativo della batteria ma prende strade differenti). Ma quando si verifica questo fenomeno? Ogni volta che il cavo dove dovrebbe scorrere la corrente elettrica risulta danneggiato. E quindi cosa succede? La corrente di ritorno verso le batterie trova un ostacolo e abbandona il cavo, prendendo una strada più semplice (ad esempio l’acqua della sentina).

Quali sono i danni che le correnti vaganti
possono provocare?

Le correnti vaganti, quindi, possono determinare danni maggiori rispetto a quelle galvaniche, proprio perché hanno un’intensità maggiore. Ma quali sono i motivi? Eccoli:

  • non hanno bisogno della presenza di due metalli
  • possono attaccare qualsiasi tipo di metallo (con qualsiasi potenziale).

Ma cosa provocano nel concreto? Una corrosione dei metalli più intensa ed evidente. Questo si può notare da una degradazione localizzata proprio sulla superficie metallica attraversata dalla corrente. E com’è possibile proteggere il metallo da questo tipo di correnti? Installando per esempio:

  • anodi sacrificali
  • drenaggi elettrici.

Sei in cerca
di prodotti in acciaio inossidabile? Sul nostro sito puoi trovarli!


Scopri la nostra
gamma di bulloneria, raccorderia e accessori nautici. Oltre ai sistemi di
fissaggio per gli impianti fotovoltaici. Ma non solo! Tra i nostri prodotti ci
sono anche tubi e trafilati, barrette TIG, elettrodi, punte elicoidali, dischi
Sisal e cotone, oltre le paste abrasive.

Vuoi leggere qualche altro articolo? Continua qui.

Domande o commenti?

Compila il form e inviaci una tua domanda o un tuo commento. Riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.