terminali in acciaio
Argomenti Tecnici

Terminali in Acciaio Inox. Quali Tipi? E Quali Applicazioni?

A forcella, a occhio/foro, a perno sono tantissime le tipologie di terminali in acciaio inossidabile e non presenti sul mercato. In questo post vogliamo darvi qualche informazione in più e un po’ di spunti su dove poterli utilizzare.


Terminali in acciaio inox: quali sono le
tipologie?

I terminali in acciaio inossidabile possono essere di differenti tipi a seconda dell’impiego previsto. Esistono, per esempio, i terminali detti “a forcella”, solitamente utilizzati in barca, nella parte bassa dei cavi portanti del fiocco. Un altro tipo di terminale molto utilizzato è quello “a occhio” (o “a foro”), considerati estremamente più sicuri del vecchio metodo “piombo e redancia”. I terminali “a occhio”, infatti, sono consigliati proprio in considerazione della necessità di sostituire gli stralli e le sartie. Oltre a quelli già citati, troviamo anche i terminali “a perno”, gancio pellicano, con grani, con la testa bombata, filettati. Ricordiamo, inoltre, i mini-terminali a pressare.

ART. 8316 | Terminale a pressare con forcella.

Non usiamoli solo per la nautica!

Il principale impiego dei terminali a pressare in acciaio inox è nel settore nautico. Sono, infatti, applicati alle estremità dei cavi portanti come capocorda, proprio per consentirne i diversi tipi di aggancio. Questi accessori però vengono spesso utilizzati anche in architettura, in particolare per applicazioni strutturali. Grazie alla ottima resa estetica dell’acciaio inox, infatti, risultano perfetti per un design innovativo e minimal. I terminali a pressare a testa bombata, svasata conica o a testa battente, per esempio, vengono spesso usati con cavi di parapetti, balaustre, ringhiere e scale.

ART. 8317 | Terminale occhio a pressare.

Qualche informazione e avvertenza.

I terminali possono essere fatti in diversi materiali, anche se per l’uso in ambiente marino consigliamo sempre di scegliere l’acciaio inossidabile AISI 316 / A4. Oltre ad essere creati con materiali differenti, possono essere anche di diverse lunghezze e presentare una filettatura metrica interna destra e sinistra.  

ART. 8320 | Terminale filettato a pressare.

Fondamentale, invece, ricordare che solitamente, le caratteristiche tecniche riportate nelle schede tecniche di questi accessori sono puramente indicative e possono subire variazioni da lotto a lotto, a seconda della produzione.

I terminali per cavi possono essere pressati con una pinza crimpatrice. Non sai come fare? Guarda qui il nostro tutorial su YouTube! Oppure scarica la nostra brochure sul nostro sito. Scaricala qui.


Scopri la nostra
gamma di bulloneria, raccorderia e accessori nautici. Oltre ai sistemi di
fissaggio per gli impianti fotovoltaici. Ma non solo! Tra i nostri prodotti ci
sono anche tubi e trafilati, barrette TIG, elettrodi, punte elicoidali, dischi
Sisal e cotone, oltre le paste abrasive.

Vuoi leggere qualche altro articolo? Continua qui.

Domande o commenti?

Compila il form e inviaci una tua domanda o un tuo commento. Riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

]